L’Ufficio speciale per la ricostruzione di L’Aquila (USRA) – istituito con un’intesa istituzionale, tra governo centrale e locale, alla fine del 2012 – ha colto l’obiettivo di determinare una considerevole accelerazione del processo di ricostruzione di L’Aquila e delle sue frazioni, ponendo particolare attenzione alla soluzione delle complessità che hanno a lungo condizionato l’avvio spedito dell’intervento nei centri storici.

Nel primo anno di attività, l’Ufficio ha istruito 740 progetti, impegnando complessivamente 735 milioni di Euro e ha dato un contributo decisivo alla ricostruzione del centro storico del capoluogo, dove si contano ormai 200 cantieri aperti. Al contempo, l’USRA ha proseguito l’attività di ricostruzione pubblica e sta collaborando con gli altri enti coinvolti a ridefinire – tra normativa e prassi amministrativa – un iter procedurale “ordinario” che si distingua per efficienza, economicità ed efficacia.

Nell’assolvimento del suo ampio e articolato mandato, USRA ha organizzato un sistema informatico di acquisizione, organizzazione e gestione dei dati dei migliaia di progetti sottoposti a istruttoria tecnico-amministrativa. Questo considerevole flusso di dati conoscitivi non poteva rimanere finalizzato esclusivamente alla mera determinazione del contributo concedibile per la ricostruzione.

Da questa considerazione è nata l’idea di avviare un’iniziativa di documentazione del terremoto del 2009 e della sua ricostruzione. È nato così il progetto centro TER.R.A., acronimo di “centro studi e documentazione del TERremoto e della Ricostruzione Aquilana”. Il progetto è incentrato sulla messa a punto di un sistema di condivisione dei dati che coinvolge USRA e gli altri soggetti istituzionali impegnati nella ricostruzione e nell’analisi delle vicende che hanno caratterizzato il terremoto abruzzese.

Ad oggi, centro TER.R.A. è una rete virtuale aperta, alla quale hanno aderito: l’Ufficio speciale per la Ricostruzione dei Comuni del Cratere, il Comune di L’Aquila, la Direzione Regionale per i Beni Culturali, l’Università degli Studi dell’Aquila, l’Istituto per le Tecnologie Edilizie-Cnr e la Deputazione di Storia Patria negli Abruzzi. È una rete che si pone l’obiettivo di assicurare il monitoraggio del processo di ricostruzione, il controllo del suo sviluppo e di migliorare il servizio reso ai cittadini in termini di trasparenza, in una virtuosa sinergia di tutti gli attori.

Il “Salone della Ricostruzione rappresenta la prima uscita pubblica del centro TER.R.A. Nello stand allestito per l’occasione e, in particolare, nel corso della presentazione del progetto che si terrà il giorno 3 aprile alle ore 11:30, USRA e gli altri partner dell’iniziativa illustreranno e discuteranno le ragioni e gli obiettivi del progetto.

Il programma del Salone della ricostruzione
Progetto “centro TER.R.A – 4a Edizione” Documentare la ricostruzione

Share