Ufficio Speciale per la Ricostruzione dell’Aquila

L’Ufficio Speciale per la Ricostruzione della città dell’Aquila, nell’ambito dei processi di razionalizzazione della spesa pubblica e del patrimonio immobiliare pubblico, rende noto che ha intenzione di ricercare un immobile da adibire a sede operativa dell’Ufficio con annessi spazi da adibire a deposito o magazzino. L’immobile dovrà essere ubicato nel comune dell’Aquila, preferibilmente in zona centrale o semicentrale, servita adeguatamente dai mezzi pubblici per poter permettere all’utenza il facile raggiungimento dell’Ufficio. Inoltre è richiesta la presenza di un numero adeguato di parcheggi a servizio. Tale indagine è finalizzata alla stipula del contratto di locazione fino alla data del 31 dicembre 2018, rinnovabile per un periodo di pari durata. L’Ufficio ha facoltà di recesso unilaterale non motivato e comunicato in forma scritta, dando almeno tre esi di preavviso. Il canone verrà corrisposto in forma posticipata rispetto al periodo di locazione di riferimento.

Con determinazione congiunta del Titolare dell’Ufficio Speciale per la Ricostruzione dell’Aquila e del Titolare dell’Ufficio Speciale per la Ricostruzione dei Comuni del Cratere n. 5 del 06/09/2016 è stata indetta una procedura di selezione per titoli e colloquio di n. 1 esperto tra ingegneri e architetti con specifiche competenze nel settore estimativo ed espropriativo, in grado di organizzare e coordinare gruppi di istruttorie relative alle procedure di esproprio attuate per fronteggiare l’emergenza sismica derivante dal terremoto 2009(Profilo Coordinatore UCE).

Gli Uffici Speciali per la Ricostruzione, di L’aquila e dei Comuni del Cratere, informano che a conclusione dell’attività istruttoria sulle istanze di iscrizione all’elenco operatori fatte pervenire entro il 31 agosto 2016, si procederà alla pubblicazione del primo elenco, sezione Imprese e del secondo aggiornamento elenco, sezione Progettisti.
Si fa presente che le istanze di iscrizione fatte pervenire successivamente al 31 agosto 2016 saranno comunque prese in carico dagli Uffici Speciali e, all’esito positivo della istruttoria, comporteranno l’inserimento in elenco in fase di aggiornamento. ​

L’avviso è rivolto agli operatori economici interessati agli affidamenti e alla esecuzione degli interventi di ricostruzione, che non abbiano già presentato istanza ai sensi del precedente Avviso del 25 ottobre 2013.
L’Avviso è, inoltre, diretto agli operatori economici che hanno presentato istanza ai sensi del precedente Avviso (25 ottobre 2013), in presenza delle seguenti condizioni:
– sia intervenuto un provvedimento definitivo di esclusione
– siano intervenute variazioni sostanziali riguardanti i requisiti richiesti per l’iscrizione
Al fine di consentire l’iscrizione degli interessati nel primo elenco operatori, sezione Imprese e nel secondo aggiornamento, sezione Progettisti, l’istanza di iscrizione potrà essere presentata entro il 31 agosto 2016, fermo restando la possibilità di inoltrare la domanda anche dopo detto termine per l’inserimento negli elenchi in fase di aggiornamento.

Chiarimenti inerenti all’Avviso.

Sono considerate variazioni sostanziali riguardanti i requisiti richiesti per l’iscrizione i cambiamenti che, con riferimento alle Imprese, comportino il totale rinnovo della compagine societaria o la totale sostituzione dell’oggetto sociale con un oggetto nuovo.

L’obbligatorietà della iscrizione in Elenco operatori decorre a partire dalla pubblicazione del primo elenco Sezione Imprese e del secondo aggiornamento sezione Progettisti e riguarderà solo gli affidamenti successivi alla pubblicazione degli elenchi.
Agli operatori non iscritti in Elenco sarà precluso l’affidamento degli incarichi e dei lavori di riparazione e ricostruzione.

Con riferimento a quanto indicato nell’art. 2, comma 2, dell’Avviso, secondo cui “L’iscrizione è facoltativa ed avviene su base volontaria”, si precisa che pur costituendo l’iscrizione in elenco conditio sine qua non ai fini del conseguimento degli incarichi e della esecuzione degli interventi di ricostruzione post sisma, essa non assume i caratteri di un obbligo a carico delle imprese e progettisti, ma un onere volontariamente accettato in vista del vantaggio che risulterà conseguibile per via dei possibili affidamenti.

Il titolare dell’Ufficio determina di approvare la seguente metodologia istruttoria con l’obiettivo di mantenere inalterato il livello di analisi dei progetti ed associare alle stesse i controlli in cantiere, in ordine all’ammissibilità e alla finanziabilità degli interventi proposti, demandando talune verifiche ai controlli in fase d’esecuzione dei lavori al fine di consentire un più rapido avvio dei cantieri della ricostruzione

A rettifica di tutte le disposizioni vigenti sul procedimento dei Progetti Parte 2 si dispone che l’Ufficio Speciale per la Ricostruzione della città di L’Aquila provvederà all’assolvimento dei compiti di propria spettanza, (verifica amministrativa, strutturale ed economica) rimettendo il proprio provvedimento all’Ufficio per la Ricostruzione Privata del Comune di L’Aquila per l’emissione del provvedimento conclusivo di istruttoria in uno con il rilascio del titolo edilizio abilitativo e del conseguente rilascio del buono contributo. Qualora il rilascio del titolo edilizio incida sull’istruttoria dell’Ufficio Speciale per la Ricostruzione della città di L’Aquila l’ufficio si rende disponibile ad una conseguente revisione

Al fine di ottemperare a quanto previsto dall’articolo 11, comma 1 e comma 3, del D.L. n.78/2015, così come convertito dalla Legge n. 125/2015, l’Ufficio Speciale per la Ricostruzione del Comune di L’Aquila (USRA) ha attivato una casella di posta elettronica pec (usra_contrattilavori@pec.it) per consentire al committente, in ordine alla regolarità formale dei contratti, di trasmettere copia dell’autocertificazione e dei contratti richiesti. Sottolineando che il formato digitale della documentazione è condizione necessaria per rendere prontamente disponibile la stessa agli Enti preposti al controllo si invitano i soggetti interessati a trasmettere la documentazione richiesta esclusivamente in formato digitale.

A seguito degli aggiornamenti ed alle modifiche normative della procedura di concessione dei contributi per la riparazione ed il miglioramento sismico degli edifici che fa riferimento al D.P.C.M. 4 febbraio 2013, si è ritenuto necessario elaborare una nuova versione della scheda di accompagnamento al progetto parte prima.
Le principali novità della scheda di accompagnamento al progetto versione v0.375 riguardano:

  1. le maggiorazioni per interesse paesaggistico che vengono definite in base all’attribuzione, per ogni voce, dell’epoca costruttiva;
  2. la possibilità dell’input diretto del livello di contributo da indicare nella sezione E2 delle schede relative alle unità strutturali. Questa funzionalità aggiuntiva è utilizzabile, per esempio, per l’attribuzione del livello di contributo corretto per:
    • gli edifici definiti incongrui (decreto USRA n. 4/2014);
    • i casi di eccezionalità (art. 4 comma 6 del DPCM 4 febbraio 2013);
    • le unità strutturali agricole per le quali è previsto un livello di contributo L0;
  3. l’allineamento dei criterio di arrotondamento numerico alle specifiche dalla scheda progetto parte seconda implementata su piattaforma online.

Avvisi in evidenza

Eventi


Salone della Ricostruzione



anidis15


Notizie per categoria